Come usare feedly per essere sempre aggiornati e raccogliere informazioni da più fonti (2021)

Viviamo nell'era dell'informazione e le fonti oggi disponbili per alimentare la nostra conoscenza sono quasi infinite; questa abbondanza ha però anche il problema di generare un overload informativo.

A livello marketing ed in generale per qualsiasi disciplina è estremamente importante costruire un sistema di intelligence basato su un network di fonti da controllare costantemente.

Immaginiamo di avere 50 siti del nostro settore da controllare costantemente, farlo visitandoli tutti è praticamente impossibile.

Lo strumento che ci salva la vita e di cui io non potrei fare a meno è il feed reader, il miglior prodotto oggi sul mercato è sicuramente Feedly.

Feedly

Cosa fa un feed reader?

Esso è un aggregatore di contenuti da diverse fonti, tale aggregazione è possibile grazie ai feed RSS resi disponibili dai siti online (oggi quasi tutti).

Oggi la parola feed viene molto usata in modo più ampio come contrazione del news feed dei vari social networks, vale a dire la pagina principale dove vediamo tutti i contenuti provenienti dai nostri contatti, quindi abbiamo il feed Instagram, il feed Facebook, Twitter, Linkedin, ecc.

Per esempio questo è il file del feed del sito Chromium di Google dove sono pubblicati tutti gli aggiornamenti di Chrome: http://blog.chromium.org/feeds/posts/default.

Se l'apriamo con un normale browser vedremo che si tratta di un file XML con gli ultimi contenuti pubblicati: la data, il titolo del contenuto e parte dello stesso (a volte troviamo l'intero contenuto dell'articolo come nel caso di Chromium).

Questo file poco leggibile dal browser viene invece letto proprio dal feedreader con il vantaggio di mostrare l'elenco degli articoli in ordine cronologico.

Vediamo come usare il feed reader Feedly per avere in un unico luogo fino a 100 fonti aggregate (per la versione gratuita e 1000 nella versione a pagamento).

Prima di tutto occorre registrarsi al sito www.feedly.com:

registrazione Feedly

Una volta loggati dobbiamo creare le nostre categorie di contenuti e poi agganciare le fonti.

Per farlo basta creare prima la categoria di feed dal menu di sinistra cliccando su "Create New Feed" (nella versione gratuita possiamo creare al massimo 3 categorie).

A questo punto agganciamo le fonti alle categorie cliccando sul simbolo del + sul menu di sinistra (vedi immagine in basso).

aggiungi feed

Nel campo di ricerca sulla destra possiamo inserire il link al feed RSS da agganciare, se non ne conosciamo l'indirizzo non è un problema, possiamo direttamente l'URL del sito che vogliamo monitorare e ci penserà Feedly a recuperare il file RSS corretto.

Per esempio ipotizziamo di voler controllare quotidiamente se ci sono nuovi contenuti ed aggiornamenti dal sito dell'Harward Business Review, inseriamo nel campo di ricerca l'indirizzo relativo: www.hbr.com.

Feedly ci mostrerà subito il sito di Harward e cliccando sul tasto "follow" lo possiamo agganciare alla nostra dashboard e dal menu a tendina lo possiamo associare ad una delle categorie precedentemente create (nell'esempio avevo creato le categorie: Digital source e Tech.

hbr feed

Una volta agganciate le fonti quando rientreremo su Feedly cliccando sulla voce a sinistra "Today" avremo una vista delle novità provenienti dai nostri siti con data, titolo e abstract.

Dalla pagina con i contenuti del giorno possiamo cliccare sul tab "Explore" che ci mostra altri contenuti in linea con le nostre fonti.

La dashboard è un vantaggio non da poco perchè in 5 minuti riusciamo a monitorare tutto quello che accade nel nostro mercato e all'interno delle aree di nostro interesse.

Feedly è uno strumento fondamentale per il marketer e per chi si occupa di content marketing e social media in quanto consente di avere sempre il polso sui contenuti del momento (da abbinare all'uso di Google Trends ed ai tool come Ubersuggest e Semrush).

Una funzionalità nuova e comoda è la creazione delle board (cliccando dalla voce "Create board" dal menu di sinistra), in pratica si tratta di un contenitore tematico dove salvare gli articoli più interessanti. Per esempio potrei creare un board chiamato AI dedicato all'intelligenza artificiale e salvarci dentro gli articoli che mi vengono proposti dai feed della mia categoria Tech (vista prima).

app feedly

Consiglio vivamente di installare l'app (Android - iOS) per avere in modo molto comodo e veloce l'accesso alla nostra dashboard e consultarla quando abbiamo 5 minuti (in luogo dei classici social media 😉

In ultimo può essere comoda anche l'estensione Feedly mini per Chrome che ci consente di inserire una fonte mentre la navighiamo senza dover entrare in feedly ed aggiungerla.


Altri articoli correlati:

Come creare un sistema di Digital Analytics in un mondo digitale

Guida al digital marketing, canali owned, earned, rented e paid

Guida completa al Display advertising: i formati, i canali, le modalità d'acquisto, le evoluzioni e le avvertenze

Come utilizzare il video nella strategia di marketing

Il modello strategico della Value Network (rete del valore) vs il modello della Value Chain (catena del valore)

Il modello delle competenze verticali e trasversali per avere successo nel mondo digitale

La strategia pull vs push: sei contadino o cacciatore?

Cos'è il Digital Marketing? Come funziona ed i principali strumenti

Come fare le analisi di marketing e content marketing utilizzando Google Trends

Come analizzare le menzioni ed il sentiment in rete con Google Alerts

Come non perdere nemmeno un'idea con gli appunti di Google Keep

Cos'è e come massimizzare la User Experience dei clienti

L'ecommerce del cibo: il ristorante online, il cloud kitchen ed i prodotti di largo consumo

Come fare un test di usabilità per migliorare le nostre proprietà digitali

Lo strumento fondamentale per la marketing intelligence ed il content marketing

Gli strumenti per analizzare le keyword di Google