Come usare Google Keep per non perdere nemmeno un'idea (Guida 2021)

Viviamo in un mondo pieno di informazioni e di stimoli e l'organizzazione delle nostre idee ed attività è fondamentale per non perdersi e sfruttare al massimo la rivoluzione digitale.

Uno strumento per me indispensabile è Google Keep, è un tool gratuito per prendere appunti di ogni tipo ed organizzare le nostre attività.

E' utile in tutti i contesti e lo trovo perfetto per chi lavora nel mondo del marketing e della creatività.

Stai facendo una corsa o una passeggiata e ti viene in mente un'idea 💡 brillante?
Stai leggendo un articolo online e ti colpisce una frase o un dato?
Vedi qualcosa che ti ispira per strada e lo vuoi fotografare e memorizzare l'ispirazione del momento?

Questi sono solo alcuni casi d'uso in cui keep può essere impiegato per annotare velocemente e ovunque idee, ispirazioni, suggestioni ed informazioni.

Sappiamo come il processo creativo non abbia un percorso predefinito ed il cervello elabora nei contesti e momenti più impensabili e se non blocchiamo subito l'idea rischiamo di perderla.

google keep

Per usare Keep basta essere registrati con un account di Google ed andare all'indirizzo: https://keep.google.com/ per la versione desktop, per sfruttarlo al massimo consiglio vivamente di installare anche l'app relativa (di seguito i link per il download):

Una volta installata l'app potremo accedere alle nostre note e sincronizzarle da qualsiasi dispositivo basta essere loggati su Google.

Keep è anche integrato direttamente in Gmail: puoi aggiungere una nota semplicemente facendo clic sull'icona gialla Keep sulla barra degli strumenti all'estrema destra della casella di posta.

Personalmente è proprio in mobilità che un tool per appunti offre tutto il suo valore, il 90% delle mie note sono create dall'app e poi da web con calma le riorganizzo.

Un caso diverso è la lista della spesa 😉 che creo da web per poi consultarla dal mio smartphone in negozio così da non dimenticare nulla 🥦.

Creare una nota è semplicissimo, da App basta cliccare sul simbolo del + in basso a destra.

crea nota keep app

Mentre da desktop iniziamo a scrivere nel campo in alto "Take a note".

crea nota keep pc

Appunti vocali e note con immagini

In mobilità può essere scomodo scrivere sul telefono, a volte mi capita di avere un'idea mentre sto correndo o pagaiando allora uso le note vocali.

Per registrarle apriamo l'app e clicchiamo sul simbolo del microfono. In questo caso il titolo della nota consiglio di scriverlo successivamente magari dal PC.

La cosa utile è che Keep fa la trascrizione del testo per noi, quindi potremo anche dettare il testo dell'email che vogliamo inviare o del post che vogliamo creare ed è pronto per essere inviato o pubblicato.

tipi di nota keep

Siamo in mezzo alla natura o per strada e vediamo una scena che ci suggerisce un'idea? Apriamo l'app ed inseriamo una nota con una foto già scattata o che scattiamo al momento (dall'ultima icona indicata nell'immagine in alto).

Per creare la nostra todo list delle attività da fare consiglio la nota a lista (prima opzione dell'immagine in alto), con essa possiamo inserire un elenco di voci che potremo spuntare ✔️ successivamente man mano che le realizziamo.

Tra l'altro è la nota perfetta per la lista della spesa 😂

Estrazione testo da immagini (OCR)

All'interno di Keep c'è una funzionalità molto utile di riconoscimento ed estrazione del testo dalle immagini.

Per esempio siamo in una libreria e sfogliando un libro troviamo una frase molto interessante che vorremmo ricordare e memorizzare.

Apriamo l'app di Keep aggiungiamo una nota immagine con la foto scattata alla pagina del libro e poi clicchiamo sull'immagine e dal menu in alto a destra (i tre puntini) selezioniamo "Recupera testo immagine".

recupera testo per nota keep

Avremo cosi non solo la foto ma anche il testo in digitale all'interno della nostra nota; inoltre possiamo con un click copiarlo su un documento google docs oppure tradurlo prima con il traduttore.

In pratica all'interno di Keep c'è un modulo di Optical Character Recognition (OCR) per poter scansionare e recuperare il testo.

Attenzione il sistema funziona anche per documenti scritti di pugno con la penna!

Condivisione delle note ed etichette

Un utilizzo PRO delle note è la condivisione delle stesse con il proprio team o con amici e famigliari.

Per esempio spesso il mio boss (mia moglie) stila la lista della spesa, condividendola con me su Keep possiamo spuntare reciprocamente le voci già acquistate, io ho comprato la frutta dal fruttivendolo di fiducia mentre mia moglie ha preso i prodotti per l'igiene in un negozio specializzato.

condivisione note keep

Per condividere la nota basta aprirla e poi dal menu in basso (quello con i 3 puntini) scegliere la voce "Collaboratore" ed inserire la relativa email (chiaramente anche lui deve avere Keep).

Un'altra funzionalità interessante è la possibilità di aggiungere delle etichette (dei tag) alle nostre note, per esempio metto il tag: "Idee x libro", "Idee per lavoro", "Articoli da leggere", ecc...

Per inserirle basta aprire la nostra nota e dal menu (vedi immagine in alto) selezionare la voce "Etichetta", possiamo associare alla nota un tag esistente o crearne uno nuovo.

Nel tempo il nostro keep diventerà molto ricco e l'uso delle etichette ci consentirà di avere una buona organizzazione dei contenuti ed una buona lettura degli stessi in particolare da desktop.

Infatti ritroveremo le nostre etichette sul menu principale di keep.

Motore di ricerca di Keep

Se usiamo in modo intenso keep ameremo il suo motore di ricerca interno.

motore di ricerca note keep

Possiamo inserire le note come vogliamo e senza particolare ordine e senza titoli ed etichette perchè grazie al motore riusciremo a ritrovare tutti i nostri appunti.


Altri articoli correlati:

Guida al digital marketing, canali owned, earned, rented e paid

Guida completa al Display advertising: i formati, i canali, le modalità d'acquisto, le evoluzioni e le avvertenze

Come utilizzare il video nella strategia di marketing

Il modello strategico della Value Network (rete del valore) vs il modello della Value Chain (catena del valore)

Il modello delle competenze verticali e trasversali per avere successo nel mondo digitale

La strategia pull vs push: sei contadino o cacciatore?

Cos'è il Digital Marketing? Come funziona ed i principali strumenti

Come fare le analisi di marketing e content marketing utilizzando Google Trends

Come analizzare le menzioni ed il sentiment in rete con Google Alerts

Come non perdere nemmeno un'idea con gli appunti di Google Keep

Cos'è e come massimizzare la User Experience dei clienti

L'ecommerce del cibo: il ristorante online, il cloud kitchen ed i prodotti di largo consumo

Come fare un test di usabilità per migliorare le nostre proprietà digitali

Lo strumento fondamentale per la marketing intelligence ed il content marketing

Gli strumenti per analizzare le keyword di Google