Come valutare la 💰 remunerazione del proprio lavoro e la relazione tra tempo e valore🧠

Nella nostra vita ci sarà capitato più volte di voler valutare il rapporto tra prezzo, tempo, lavoro e valore di un'attività.

Come per esempio quando andiamo da un dottore specialista che ci vede per 5 minuti e ci costa 250 euro. Psicologicamente siamo meno abituati ad associare il valore, e quindi la remunerazione, al tempo intellettuale. L'incontro della domanda e dell'offerta determina poi il prezzo di mercato per molte attività ma non per tutte.

Se sei un professionista, o ti capita di fare delle consulenze sporadiche, è importante capire come determinare il valore del tuo lavoro.

Se affittiamo un elicottero per un giorno (escluso il pilota) siamo disposti a pagare una cifra nettamente più alta dell'affitto di una bici o di un'auto!

La funzione d'uso è la stessa (trasportare) e la durata pure (24 ore) ma sappiamo che un elicottero ha un costo nettamente maggiore di una bici o di un'automobile ed è giusto remunerare il maggiore investimento fatto con l'acquisto.

elicottero e bicicletta

Seguendo la metafora del mezzo di trasporto, la quantità di esperienza e conoscenza determinano se sei una bici o un elicottero.

A volte ci si scorda la fatica per arrivare ad un certo livello di professionalità ed essere considerati esperti: l'investimento negli studi, gli anni di lavoro, i progetti andati bene e male, tutti gli esperimenti fatti, ecc.

Per orientarci ci viene in aiuto questa storia realmente accaduta sulla consulenza di Steinmetz ad Henry Ford.

La consulenza di Charles Proteus Steinmetz ad Henry Ford

Henry Ford stava costruendo un nuovo stabilimento ed al suo interno venne installato un gigantesco generatore di corrente. Purtroppo qualcosa non andava, la macchina aveva dei problemi e non funzionava bene.

Ford non sapeva che pesci prendere ed i suoi ingegneri non riuscivano a risolvere il problema, allora chiese aiuto ad Edison ed in particolare chiese l'intervento dell'ingegnere elettrotecnico Charles Proteus Steinmetz (che lavorava nella General Electric di Edison).

L'ingegnere arrivato nello stabilimento di Ford guardò il generatore e chiese una matita, un taccuino ed una branda su cui dormire.

Charles non sfiorò nemmeno la macchina ma stette per giorni e due notti vicino al generatore ascoltandone il rumore ed annotando e facendo calcoli sul suo taccuino.

Al termine dei due giorni chiese un metro, una scala ed un gesso.

foto Steinmetz con Einstein, Tesla ed altri scienziati

Al centro della Steinmetz con il vestito chiaro insieme ad Einstein ed altri scienziati

Salito sulla scala Charles prese con cura le misure e con mano ferma fece un segno in un punto preciso del grande generatore.

Sceso dalla scala si rivolse agli ingegneri della Ford e disse loro di smontare la bobina del generatore ed eliminare 16 giri di filo a partire dal punto esatto in cui aveva tracciato il segno con il gesso.

Gli ingegneri basiti e perplessi fecero come detto da Steinmetz e con loro grande stupore la macchina tornò perfettamente in funzione ed i problemi precedenti erano solo un ricordo.

Per il lavoro svolto dall'ingegnere Henry Ford ricevette dalla General Electric di Edison una fattura di 10.000$ senza dettagli firmata da Charles Proteus Steinmetz.

Se riportiamo l'importo della fattura ai giorni nostri parliamo di oltre 10 milioni di dollari.

Ford riconosceva la qualità del lavoro fatto ma mandò indietro la fattura perchè avrebbe voluto maggiori dettagli del lavoro svolto per una spesa di quel genere.

Steinmetz rispose prontamente alla richiesta del grande imprenditore americano indicando in una lettera i seguenti dettagli:

  • Fare un segno di gesso sul generatore: 1$
  • Sapere dove fare il segno: $ 9.999

Ford che era una persona intelligente pagò subito il conto e non chiese ulteriori informazioni. Magari la prossima volta avrebbe chiesto prima un preventivo😂

Chi era l'ingegnere Charles Proteus Steinmetz?

Steinmetz era un ingegnere elettrotecnico tedesco nato nel 1865 a Breslavia ma era anche un matematico ed inventore. Nel 1888 si trasferi negli Stati Uniti (dove prese la cittadinanza) e mostrò tutto il suo talento e capacità.

Fece diverse scoperte matematiche e nell'ingegneria elettrica e il suo nome divenne rapidamente noto in tutto il settore.

Charles sembrava uno gnomo magico, era affetto da nanismo, aveva la gobba e la displasia dell'anca.

foto Steinmetz

Fu soprannominato il mago di Schenectady e tutte le più grandi menti dell'epoca si recarono a Schenectady per incontrare il geniale "piccolo gigante". Tra i suoi amici c'erano Einstein, Tesla, Edison.

Quest'ultimo lo voleva a tutti i costi in General Electric e per averlo comprò la società dove lavorava Charles.

Il suo impatto alla General Electric fu immediato. Le sue scoperte cambiarono il modo in cui gli ingegneri pensavano ai motori elettrici e ai circuiti.

Inventò anche un generatore di fulmini con la finalità di testare le macchine elettriche.

Fatti pagare per la mente e non per il tempo

La sintesi della storia di Ford ce la dà il famoso imprenditore Naval Ravikant che dice:

Earn with your mind, not your time. Guadagna con la tua mente e non con il tuo tempo.

La mente è data da tutto quello che hai studiato ed applicato, è tutta l'esperienza maturata in un campo.

Se hai studiato e applicato per tanti anni sarà normale che tu riesca a capire un problema e dare la soluzione in pochissimo tempo.

Ma il valore, e quindi il prezzo, è la capitalizzazione di tutto il tempo investito per diventare esperto nel tuo settore.

A questo si aggiunge che è importante migliorare sempre perchè questo ci consente di distinguerci e diventare unici, l'effetto finale è che le persone ti sceglieranno tra altre come fece Ford con Charles.


Altri articoli correlati :

Come valutare la remunerazione del proprio lavoro e la relazione tra tempo e valore

Il mindset per affrontare le sfide della vita

La teoria delle finestre rotte: come il contesto influenza il comportamento

Qual è il futuro del lavoro? Dallo smart working al south working come cambierà il modo di lavorare

L'esercizio della gratitudine nella psicologia moderna

Cos'è nella psicologia sociale l'effetto Pigmalione? Scopri quali effetti produce nel lavoro e nella vita

Cosa sono le mappe mentali e come utilizzarle

Impariamo l'arte della pazienza e della costanza da Jeff Bezos

Le distorsioni cognitive dell'effetto Dunning-Kruger e della sindrome dell'impostore

Cos'è il Personal Brand? A cosa serve?

Cosa ho capito sul lavoro nei miei primi 50 anni e cosa fa la differenza

Il valore dell'esempio e delle storie che ispirano

L'influenza dell'ambiente di lavoro sulle nostre prestazioni e obiettivi

Perchè è importante essere gentili? Quali effetti produce su di noi e sugli altri? Scopriamo l'effetto boomerang della gentilezza

Siamo gli obiettivi che ci poniamo, vediamo come fare e perchè sono importanti

Come migliorare la nostra concentrazione, tecniche per non perdere la nostra attenzione

L'arte di complicare ed il buon senso

I segreti dell'empatia, perchè è importante e come migliorarla

Sei un fallito! La gestione del fallimento e dell'errore

L'arte del miglioramento, come migliorare se stessi

Come raggiungere lo stato di flow, lo stato della massima performance

Cos'è la psicologia della felicità e come può aiutarci a vivere

L'arte di non arrendersi mai! Talento e Tenacia la coppia vincente

Come valutare il proprio lavoro? Le sei variabili da considerare per essere in linea con i nostri obiettivi

Il cosa, il come ed il perchè nella vita e nelle aziende

Il paradosso lavoro-ricchezza: la storia del pescatore e dell'uomo d'affari

Marketing di se stessi, come combinare talento, passione e cosa vuole il mercato

Scopriamo i neuroni specchio e come possono aiutarci a vivere meglio