La via della Gentilezza 🌼, gli effetti di essere gentili nella vita e nel lavoro

Tempo fa ho portato l’auto a fare il cambio delle gomme e nell’attesa mi sono fatto due passi, lungo la strada mi è venuta voglia di un caffè ☕ e sono entrato al primo bar che ho incontrato. Un bar luminoso e pulito in cui non ero mai stato.

Come entro nel locale da dietro il grande bancone mi salutano con un bellissimo sorriso due signore.

Ho preso un semplice caffè ma sono stato investito da mille attenzioni e tanta gentilezza (autentica e non forzata).

Mentre degustavo il caffè (pure buono) vedevo che comunque il bar era pieno, nonostante il periodo, e la stessa gentilezza a me rivolta veniva dispendiata a tutti i clienti.

L’esperienza di un caffè è diventata l’esperienza di un “tuffo di gentilezza”.

L’effetto è stupefacente, il mio stato d’animo è virato velocemente nel miglior stato possibile, sono uscito sorridente e tale sorriso,a mia volta, l’ho restituito al gommista! Salito in macchina ho facilmente risolto alcuni problemi nell’agenda della giornata.

L'effetto domino o Kindness boomerang è ben fotografato dal video seguente:

Un test che spesso mi piace fare per vedere l'effetto a cascata è quello dell'auto in coda.

Se siete in macchina in fila e vi fermate per fare immettere un'auto davanti a voi osserverete che 9 volte su 10 anche essa a sua volta farà inserire altre auto come avete fatto voi.

Cosa significa essere gentili ed il binomio con il coraggio

Dall'etimologia della parola gentilezza nei dizionari troviamo un elemento comune che è l'essere cortesi, la cortesia.

Siamo nell'ambito dell'educazione, di fatto una persona ben educata viene considerata gentile. In passato infatti c'era un'associazione tra l'idea di nobiltà e di cortesia.

In realtà oggi esprime molto di più, la gentilezza fa rima con generosità, con attenzione agli altri, con l'empatia e la capacità di ascoltare e comprendere le persone.

Essa si traduce in gesti sinceri che non hanno secondi fini.

Un bias cognitivo è quello di associare alle persone più gentili un alone di debolezza, c'è l'immagine del duro serio e impassibile.

Nella mia personale esperienza ho potuto fortunamente constatare che è vero proprio il contrario, le persone più gentili sono proprio quelle più forti, più preparate e le più coraggiose.

Trovo bellissimo il binomio della gentilezza e del coraggio e da amante dei film della Disney non posso non citare il bellissimo film di Cenerentola dove la mamma sul punto di morte trasferisce alla figlia il grande segreto per affrontare la vita:

Sii gentile ed abbi coraggio

Tutto il film si regge su questa frase e ne consiglio la visione a tutti in particolare ai ragazzi che devono affrontare le sfide del futuro.

La gentilezza è il super potere, è l'elemento magico.


Da abruzzese sono molto legato all'etichetta attribuita alla mia regione ed ai suoi abitanti: Abruzzo forte 💪 e gentile 🤗!

Perchè fa bene essere gentili?

Diversi studi hanno dimostrato che quando facciamo qualcosa per gli altri ci sentiamo meglio, come se la natura avesse inserito un meccanisco nel nostro cervello per incentivarci a fare del bene.

Quando siamo gentili si producono due ormoni: la dopamina e l'ossitocina.

La dopamina è l'ormone che genere euforia, quello stato di alto piacere.

Subito dopo viene l'ossitocina che è un ormone prodotto dall'ipotalamo che genera quiete e serenità, viene anche chiamato l'ormone dell'amore perchè associato agli affetti con il partner ed i membri della famiglia.

I due ormoni insieme alla serotonina, il gaba, l'adrenalina e la feniletilamina costuiscono i 6 ormoni che contribuiscono a generare lo stato di felicità negli esseri umani.

La scienza ed in particolare la biologia ha scoperto che l'ossitocina e la dopamina vengono prodotti non solo da chi fa l'azione gentile ma anche da chi la riceve (in particolare quando inaspettata) e da chi l'osserva!

Se hai visto il primo video in alto sicuramente avrai provato una bella sensazione solo osservando i gesti degli altri.

In questo caso entra in gioco anche l'effetto psicologico dei neuroni specchio che enfatizza gli effetti intorno a noi. Se vediamo altri sorridere ed aiutare altre persone saremo più propensi a farlo anche noi generando un effetto virtuoso con benefici per tutti.

Non sbagliava la mamma di Cenerentola dicendo che la gentilezza è magica. Fa bene a noi e agli altri e contribuisce a creare un mondo migliore (l'ho detto 😂 ma non è un'esagerazione).

Gentilezza nel lavoro, intelligenza emotiva e perchè le persone gentili hanno più successo

Nel 2014 Satya Nadella diventava il nuovo CEO di Microsoft, in pochi anni ha trasformato un'azienda stagnante e isolata in un colosso economico!

Nadella ha completamente ribaltato la cultura dell’azienda introducendo il growth mindset(mentalità basata sul miglioramento continuo e nel vedere i problemi come opportunità) ed la gentilezza (che eredita dall'essere indiano con filosofia buddista).

Satya Nadella

Satya Nadella

In Microsoft sono stati eliminati i comportamenti e atteggiamenti aggressivi e fatti convogliare in un dialogo costruttivo e non distruttivo. Anche qui si tratta di combattere il classico stereotipo del manager che si impone alzando la voce.

Si è passati dal modello di comando e controllo, verso una cultura dell'apprendimento, della gentilezza, della responsabilità, della fiducia e del coaching che dà potere alle persone.

L'obiettivo è che i manager siano dei coach e forniscano un luogo in cui si possano commettere errori, imparare e crescere.

Nel lontano 2015 Nadella diceva all’assemblea degli azionisti:

"La nostra capacità di cambiare la nostra cultura è il principale indicatore del nostro successo futuro".

La via della gentilezza ha, con il senno di poi, portato i suoi frutti e sono alla base del successo dell'attuale Microsoft.

Ma Nadella non è un caso isolato, nel tempo sono arrivati altri CEO di successo che condividono la stessa filosofia e gli stessi valori, come per esempio il CEO di Google Sundar Pichai ed il CEO di Twitter Parag Agrawal.

Pichai e Agrawal

Sundar Pichai (sinistra) e Parag Agrawal

La lista continua con Arvind Krishna (CEO IBM), Shantanu Narayen (CEO Adobe), Ajaypal Singh Banga (CEO MasterCard), Rangarajan Raghuram (CEO VMware), Anjali Sud (CEO Vimeo).

Di fatto i leader di origine indiana stanno dominando i vertici delle aziende americane grazie al loro nuovo approccio.

Cos'è l'intelligenza emotiva?

L'intelligenza emotiva (Emotional Intelligence) è la capacità di percepire, controllare, valutare ed esprimere le proprie emozioni e parallelamente comprendere, interpretare e sapere gestire le emozioni degli altri.

Accanto al quoziente intellettivo (IQ) oggi si parla anche di quoziente emotivo (EQ) che misura appunto il livello della nostra intelligenza emotiva.

libro intelligenza emotiva di Daniel Goleman

L'arte della gentilezza è uno dei superpoteri di cui sono dotati coloro che hanno un alto quoziente emotivo.

Gli psicologi e le ricerche indicano come l'EQ sia importante tanto quanto l'IQ per raggiungere il successo nella vita.

Adam Grant nel libro Give and Take (un bestseller del New York Times e del Wall Street Journal) riporta una serie di ricerche che dimostra come i giver (i donatore che danno incondizionatamente) sono le persone che ottengono di più dalla vita.

Giornata mondiale della gentilezza

Il 13 novembre si festeggia in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Gentilezza (World Kindness Day).

Questo evento nasce in Giappone a Tokio grazie al Japan Small Kindness Movement al quale seguono una serie di organizzazioni riunite sotto il nome di World Kindness Movement (Movimento mondiale per la Gentilezza).

La prima volta fu celebrata nel 1998 e man mano si diffusa in tutto il mondo ed anche in Italia ed è riconosciuto come evento

Essere gentili

Di seguito lo scopo (purpose) dell'evento:

Lo scopo della Giornata mondiale della gentilezza è evidenziare e incoraggiare le buone azioni nella tua comunità.

Serve anche a ricordare a tutti che semplici atti di gentilezza hanno un grande potere e che insieme possiamo lavorare per creare un mondo più gentile.

Potresti chiederti come la compassione di una persona possa fare la differenza. Non è facile da comprendere, ma ogni atto gentile, anche il più piccolo, crea un effetto a catena che non puoi nemmeno immaginare.

Il Movimento Mondiale della Gentilezza e la Giornata Mondiale della Gentilezza hanno lo scopo di ispirarti a credere che possiamo fare la differenza globale un gesto alla volta.

La bellezza di questa giornata e tanto maggiore quanto maggiore è il coinvolgimento delle scuole, i ragazzi possono essere il vero motore per rendere migliore il mondo in cui viviamo.

Quanto penso all'impatto dei giovani e all'effetto a cascata della gentilezza non posso non pensare al bellissimo film "Pay it forward" (in italiano è diventato "Un sogno per domani").

Nel film il visionario professore da agli alunni il seguente compito:

Pensa ad un'idea per cambiare il nostro mondo e mettila in pratica

Un ragazzo Trevor McKinney ha una bellissima idea: creare una catena in cui ognuno fa un favore ("passa il favore") a 3 persone le quali a loro volta aiutano altre 3 persone (nel video che segue la scena in cui si spiega l'idea). L'idea crea una progressione ed un effetto a cascata pazzesco migliorando la collettività del paese.

Aforismi e frasi sulla gentilezza

Questa è la mia semplice religione. Non c'è bisogno di templi; non c'è bisogno di filosofie complicate. La nostra stessa mente, il nostro stesso cuore è il nostro tempio; la filosofia è la gentilezza. Dalai Lama
La gentilezza è una lingua che il sordo può sentire e il cieco può vedere. Mark Twain
Carattere è gentilezza senza ostentarla. Paul Tournier
Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile. Gandhi
Io non conosco nessun altro segno di superiorità nell’uomo che quello di essere gentile. Ludwig van Beethoven
Le parole gentili sono brevi e facili da dire, ma la loro eco è eterna. Madre Teresa
Quale saggezza puoi trovare che sia più grande della gentilezza? Jean Jacques Rosseau

Conclusioni

Perchè se gli atti di gentilezza sono così potenti non sono così diffusi?

Il problema è il bias cognitivo della negatività e dell'asimmetria positivo-negativo che ci porta a prestare più aattenzione agli elementi negativi piuttosto che a quelli positivi.

Questo fenomeno è inoltre seguito e sostenuto dalle principali piattaforme social (Facebook in primis) che di fatto hanno contribuito alla crescita degli haters e del conflitto in rete.

E' un peccato, in quanto come abbiamo visto anche il solo osservare chi ha fatto gesti gentili ci fa stare bene e ci porta ad una maggiore apertura e propensione verso gli altri.

Forse nascerà un nuovo social basato sulla gentilezza?

Nel nostro piccolo possiamo orientare la nostra dieta digitale e propendere per contenuti di maggiore ispirazione.


Altri articoli correlati :

La teoria delle finestre rotte: come il contesto influenza il comportamento

Qual è il futuro del lavoro? Dallo smart working al south working come cambierà il modo di lavorare

L'esercizio della gratitudine nella psicologia moderna

Cos'è nella psicologia sociale l'effetto Pigmalione? Scopri quali effetti produce nel lavoro e nella vita

Cosa sono le mappe mentali e come utilizzarle

Impariamo l'arte della pazienza e della costanza da Jeff Bezos

Le distorsioni cognitive dell'effetto Dunning-Kruger e della sindrome dell'impostore

Cos'è il Personal Brand? A cosa serve?

Cosa ho capito sul lavoro nei miei primi 50 anni e cosa fa la differenza

Il valore dell'esempio e delle storie che ispirano

L'influenza dell'ambiente di lavoro sulle nostre prestazioni e obiettivi

Perchè è importante essere gentili? Quali effetti produce su di noi e sugli altri? Scopriamo l'effetto boomerang della gentilezza

Siamo gli obiettivi che ci poniamo, vediamo come fare e perchè sono importanti

Come migliorare la nostra concentrazione, tecniche per non perdere la nostra attenzione

L'arte di complicare ed il buon senso

I segreti dell'empatia, perchè è importante e come migliorarla

Sei un fallito! La gestione del fallimento e dell'errore

L'arte del miglioramento, come migliorare se stessi

Come raggiungere lo stato di flow, lo stato della massima performance

Cos'è la psicologia della felicità e come può aiutarci a vivere

L'arte di non arrendersi mai! Talento e Tenacia la coppia vincente

Come valutare il proprio lavoro? Le sei variabili da considerare per essere in linea con i nostri obiettivi

Il cosa, il come ed il perchè nella vita e nelle aziende

Il paradosso lavoro-ricchezza: la storia del pescatore e dell'uomo d'affari

Marketing di se stessi, come combinare talento, passione e cosa vuole il mercato

Scopriamo i neuroni specchio e come possono aiutarci a vivere meglio