Cos'è l'empatia, a cosa serve e come migliorarla

Cosa significa Empatia? Cos'è l'entrare in empatia con un'altra persona?

L'etimologia della parola viene dal greco: "en" dentro "pathos" sentimento.

Descrivendo maggiormente il concetto possiamo arrivare ad una definizione completa di Empatia:

quella capacità di riconoscere e capire i sentimenti, i pensieri e le situazioni emotive di un'altra persona, la capacità di immedesimarci nell'altro e comprenderne i punti di vista, le preoccupazioni ed in generale gli stati d’animo.

Il sinonimo probabilmente più calzante è "immedesimazione": riuscire a mettersi nei panni dell'altro, come dicono gli inglesi put yourself in someone else's shoes.

Spesso viene utilizzato erroneamente come sinonimo di sintonia. L'empatia può aiutare a creare sintonia ma deve esserci da ambo le parti, inoltre la sintonia può nascere senza necessariamente scendere nella comprensione delle emozioni dell'altro.

Alcuni esempi di empatia sono quando l'insegnante comprende le difficoltà dello studente (pensando anche a quando era anch'esso un alunno) e riformula e ricalibra il messaggio. Altro esempio è quello del bravo dottore che mette a proprio agio il paziente ed è consapevole dei disagi e dei problemi prodotti dalla malattia.

Ma a cosa serve l'empatia?

L'essere umano nasce empatico e sviluppa questa sensibilità crescendo in quanto è utile per la sopravvivenza e la cooperazione della nostra specie. Genera attaccamento sociale e mantiene unite le persone.

empatia e coesione sociale

Infatti per creare rapporti di fiducia e di amicizia è fondamentale comprendere i pensieri degli altri.

L'empatia ci aiuta a prendere delle decisioni morali e a combattere le ingiustizie.

In termini di sopravvivenza individuale essa può essere una capacità utile ad individuare i segnali di pericolo, per esempio per percepire le intenzioni di una persona che non si conosce o di un intruso; l'empatia può salvarci la vita.

Nel mondo del business la capacità di immedesimarsi nel cliente è un'attitudine fondamentale del marketing. Infatti solo in tal modo riusciamo a capire ed anticipare i bisogni, le aspettative ed i desideri delle persone.

Ma non occorre essere una multinazionale o un guru del marketing per usare l'empatia nel business, il bravo negoziante vicino casa conosce bene ogni suo cliente e ne comprende gli stati d'animo ed i pensieri al fine di offrire ad ognuno i prodotti e le soluzioni migliori.

Come migliorare l'empatia e l'arte dell'ascolto

Siamo in mezzo alla rivoluzione digitale e la quantità di fonti e stimoli che riceviamo quotidianamente è superiore a quelli che riusciamo a gestire. Una ricerca dell'Università del Michigan ha analizzato come oggi gli studenti universitari sono un 40% meno empatici degli studenti degli anni ’80 e ’90.

Il forte pericolo di tale fenomeno è che ci isoliamo sempre di più e vediamo atrofizzarsi il muscolo dell'empatia.

Quante volte ci capita di vedere un gruppo di ragazzi che non parlano tra di loro ma che sono tutti chini sullo smartphone! Oppure adulti a cena che invece di dialogare sono attenti solo guardare le ultime notifiche!

empatia e coesione sociale

Come possiamo allenare l'empatia?

La prima cosa da fare è ascoltare! Allenare l'ascolto.

Come diceva il filosofo greco Zenone:

La ragione per cui abbiamo due orecchie ed una sola bocca è che dobbiamo ascoltare di più e parlare di meno.

Oppure citando il Dalai Lama:

Quando parli ripeti solo quello che sai. Quando ascolti puoi imparare qualcosa di nuovo.

Quando parliamo con gli altri cerchiamo di mantenere un contatto visivo, guardiamo negli occhi.

L'eye contact aumenta il focus e la capacità di stare concentrati sull'altro. Assolutamente non prendiamo il telefono in mano!

Siamo curiosi e facciamo domande all'altra persona in modo da mostrare interesse, non serve l'ascolto passivo.

Un altro esercizio importante è la sospensione del giudizio: alleniamoci ad ascoltare senza giudicare, non facciamoci ingannare dai bias cognitivi.

Come diceva Madre Teresa di Calcutta:

Se giudichi le persone non hai il tempo per amarle.

Diversi studi hanno dimostrato che le seguenti attività possono aumentare l'empatia:

  • il trascorrere più tempo con persone diverse
  • leggere romanzi
  • insegnare
  • meditare

In merito alla meditazione sicuramente le tecniche di Mindfulness allenando la consapevolezza del momento possono aiutare ad essere maggiormente presenti e ad ascoltare in modo pieno l'altra persona.

In Danimarca dal 1993 l'insegnamento dell'empatia è obbligatorio: un'ora a settimana per tutti gli studenti dai 6 ai 16 anni.

Secondo la scuola danese è estremamente importante imparare ad essere empatici in quanto aiuta a costruire relazioni, a prevenire le ingiustizie e ad avere successo nel lavoro.

I grandi leader sono coloro che sanno ascoltare e capire i bisogni delle persone.

I ragazzi empatici tendono ad avere più successo perchè hanno un focus maggiore sugli obiettivi dei coetanei narcisisti.

Non sarà un caso che la Danimarca ogni anno sia tra i paesi più felici al mondo secondo il World Happiness Report dell'Onu.

L'empatia è alla base di un insegnamento morale fondamentale dell'essere umano (che prescinde anche dalle religioni):

non fare agli altri quello che non vuoi che ti sia fatto

Per applicare questa legge occorre semplicemente mettersi nei panni dell'altro.

Storytelling ed empatia

Una delle caratteristiche dell'empatia è che non riguarda solo un'altra persona ma si estende anche agli animali e a personaggi inventati ed immaginari.

La forza di un film o di un romanzo sta nella capacità di trasportare lo spettatore all'interno dei personaggi.

Non importa che essi siano reali o all'interno di una favola.

film la bella e la bestia

Quando si fa Storytelling e si comunica attraverso i racconti l'empatia gioca un ruolo chiave per generare emozioni.

Sono le emozioni che stampano in modo indelebile le informazioni e le esperienze nel nostro cervello.

Chi scrive racconti deve fare in modo che i personaggi risuonino con le corde del lettore che ci si può immedesimare completamente.

L'essere umano è fatto per identificarsi nelle storie, è così che la conoscenza e le tradizioni si sono tramandate negli anni.

Le neuroscienze hanno scoperto che una parte importante nel processo di empatia è da attribuire ai neuroni specchio (scopri i dettagli).

Nel mondo del business l'empatia è molto utilizzata per attivare la sfera emozionale dell'audience.

Pensiamo all'effetto di un racconto di una persona che ha avuto lo stesso nostro problema e le nostre difficoltà che poi ha risolto grazie ad un determinato servizio o prodotto.

Anche l'uso del testimonial con una storia che risuoni con l'audience è una tecnica molto potente.

Inoltre le leve dell'empatia attivano anche gli effetti (coniati anni fa dallo psicologo Robert Cialdini): liking, unity e social proof.

Troppa e poca empatia

L'eccesso di immedesimazione può portare le persone a mettere i sentimenti e le prospettive degli altri al di sopra dei propri, a generare un senso di vuoto o di alienazione e a sviluppare ansia generalizzata o depressione.

I medici, i giornalisti e gli operatori umanitari si confrontano con il dolore altrui costantemente e possono mostrare alta empatia o al contrario possono esaurirla e mostrarsi insensibili alla sofferenza degli altri.

Potremmo dire che la troppa empatia fa male?

Probabilmente occorre trovare un giusto equilibrio tra la capacità di comprendere e leggere i sentimenti degli altri e la tentazione di farsi carico di tutto.

Le frasi ed aforismi sull'empatia

La pace non può essere mantenuta con la forza; può essere raggiunta solo attraverso la comprensione degli altri – Albert Einstein
Se c'è un segreto del successo, esso risiede nella capacità di osservare il punto di vista dell'altra persona e vedere le cose con i suoi occhi oltre che con i nostri. – Henry Ford
Quando mi preparo a parlare con le persone, passo due terzi del tempo a pensare a ciò che vogliono sentire e un terzo a pensare a ciò che voglio dire. – Abraham Lincoln

Altri articoli correlati :

Siamo gli obiettivi che ci poniamo, vediamo come fare e perchè sono importanti

Come migliorare la nostra concentrazione, tecniche per non perdere la nostra attenzione

I segreti dell'empatia, perchè è importante e come migliorarla

Sei un fallito! La gestione del fallimento e dell'errore

L'arte del miglioramento, come migliorare se stessi

Come raggiungere lo stato di flow, lo stato della massima performance

Cos'è la psicologia della felicità e come può aiutarci a vivere

L'arte di non arrendersi mai! Talento e Tenacia la coppia vincente

Come valutare il proprio lavoro? Le sei variabili da considerare per essere in linea con i nostri obiettivi

Il cosa, il come ed il perchè nella vita e nelle aziende

Il paradosso lavoro-ricchezza: la storia del pescatore e dell'uomo d'affari

Marketing di se stessi, come combinare talento, passione e cosa vuole il mercato

Scopriamo i neuroni specchio e come possono aiutarci a vivere meglio